Cerca: Articolo

Risultati 51 - 60 di 1416

Risultati

Basi di dati nella riforma PA: quali le regole per la condivisione del patrimonio informativo pubblico?

Dopo l'articolo di due settimane fa dedicato alle Linee guida nazionali per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, torniamo - nell'ambito della nostra collaborazione con lo Studio legale Lisi - sul tema degli open data. La riflessione di Andrea Lisi e Sarah Ungaro parte dalla modifica della norma che regola la condivisione delle base dati tra amministrazioni pubbliche, sollevando ancora una volta l'urgenza delle Regole tecniche su esattezza, integrità e riservatezza del dato.

Leggi tutto

€800 ogni anno, le tasse che ci chiedono i Comuni

Quanti soldi diamo al Comune ogni anno? Nel 2012, fra i grandi Comuni, Venezia e Roma erano le città con più tasse e imposte, con oltre €1.000 a cittadino. La media all’anno raggiunge €800 pro capite. Se vi siete mai chiesti quanti soldi all’anno sono spesi in tasse e imposte al Comune,openbilanci.it è lo strumento che fa per voi. Nella sezione dedicata alle classifiche, è possibile confrontare gli oltre 8000 Comuni italiani nelle varie voci di spese ed entrate.

Leggi tutto

Un nuovo modello di società richiede un nuovo modo di intendere il lavoro

All'interno del programma congressuale di #sce2014 diversi sono i momenti dedicati ai modelli emergenti, alla visione smartness che spesso arriva dall'estero che può essere interessante studiare e replicare, con i dovuti "aggiustamenti", nelle nostre città. Un momento di particolare interesse è l'incontro dedicato al tema del lavoro. "Lavoro e impresa nelle Smart Cities" sarà l'appuntamento in cui i vecchi modelli saranno abbandonati per definirne di nuovi, che rispondano ai nuovi obiettivi di business che una smart city deve porsi.

Leggi tutto

Le città europee corrono: le italiane tengono il passo?

Nel panorama europeo la maggior parte delle città sono oggi chiamate a valorizzarsi in modo flessibile e rapido, definendo delle strategie di governo per svilupparsi in modo innovativo. L’obiettivo è riuscire a competere a livello globale, in un’economia che premia soltanto chi riesce ad eccellere. Per questo sono necessarie strategie e soluzioni con una forte e chiara visione di medio-lungo periodo. Nel vecchio continente sono numerose le città che stanno dando prova di grande creatività e determinazione nel portare avanti politiche per reinventarsi. Molte di queste avremo occasione di conoscerle a Smart City Exhibition, 22-24 ottobre a Bologna.

Leggi tutto

Spesa sociale dei grandi Comuni: Italia a due velocità

Asili nido, ricovero per anziani, assistenza e riabilitazione: quanto si investe nei servizi sociali per i cittadini? Se al Nord si spendono intorno ai €300 pro capite, al Sud solo 100. Guida Trieste, chiude Napoli. 

Leggi tutto

Open Data come servizio territoriale: lo scenario Smart Region

Con il diffondersi dell’idea di Open Data – che la cosa pubblica amministrazione metta a disposizione le informazioni che detiene – si va allargando pure l’ambito della sua applicazione. Diventano oggetto di accesso libero non soltanto i dati di una determinata amministrazione comunale, ma i dati di altri enti pubblici oppure dei comuni limitrofi. Ad esempio, Il Patto di Ventimiglia, che riunisce 54 comuni intorno alla città di Palermo con obiettivi di sviluppo condivisi, elenca l’Open Data e servizi Smart Cities tra gli obiettivi del Protocollo d’intesa recentemente firmato. C’è un problema però: chi deve gestire l’Open Data per conto di tutti questi Comuni? Ventimiglia di Sicilia, il Comune promotore dell’iniziativa, conta 2,223 abitanti; deve istallare una infrastruttura Smart City o aprire un portale Open Data tutto suo, così come gli altri 53?

Leggi tutto

Food & City: re-inventare un rapporto a #SCE2014

Il cibo è strettamente funzionale alla vita della città. Non a caso nel Dell’Arte della guerra Machiavelli racconta che affamare una città, ostruendo le vie d’entrata e d’uscita, è tra i modi più astuti ed efficaci per espugnarla. Eppure sembra che l'attenzione a quello che si mangia, spesso non sia tra le priorità degli amministratori, male, perchè una città intelligente non può tralasciare di avere politiche alimentari.

Leggi tutto

Sarti, carabinieri e delinquenti nelle periferie della smart city

“Rammedare le periferie” è in minima parte operazione urbanistica, è per lo più operazione sociale e culturale. Si devono “ricucire” le relazioni sociali ed umane, ricostruire un tessuto di fiducia reciproca e di lavoro legale. Dietro la rivolta per l’uccisione di un giovane nero da parte della polizia americana o di un giovane napoletano per mano di un carabiniere c’è la denuncia collettiva di una condizione delle periferie urbane che diventa sempre più difficile e insostenibile". Che fare? Da quali fermenti partire? Quali risorse endogene attivare? E come? Con il contributo di Mario Spada, coordinatore della Biennale dello Spazio Pubblico, introduciamo la sessione di lavoro che Smart City Exhibition 2014 dedica alle periferie, in collaborazione con la Biennale e altri soggetti che lavorano su più fronti per la rinascita delle periferie.

Leggi tutto

Open Data, trasparenza e privacy: le nuove sfide della PA

Con le Linee guida nazionali per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico gli Open Data vengono intesi come un elemento centrale nelle strategie di e-Government, fondamentale per favorire una maggiore trasparenza nell’agire amministrativo e la partecipazione attiva dei cittadini nei processi decisionali delle amministrazioni pubbliche. Il contributo dello Studio legale Lisi chiarisce le tappe di questo percorso legislativo.

Leggi tutto

Quando lo sport vale un pallone da calcio, €20 a cittadino

Riparte la Serie A, la grande macchina da soldi del calcio italiano. Ma quanto spendono i Grandi Comuni italiani nello sport? Guidano Trieste, Torino e Firenze, chiudono Palermo, Roma e Napoli. 

Leggi tutto